SOS – SOS – SOS … aiutate questi poveri cristi

radiolibera“Qui parlano i poveri cristi della Sicilia occidentale, attraverso la radio della nuova resistenza. Siciliani, italiani, uomini di tutto il mondo, ascoltate: si sta compiendo un delitto di enorme gravità’, assurdo. Si lascia spegnere una intera popolazione. La popolazione delle valli del Belice, dello Jato e del Carboi, la popolazione della Sicilia occidentale non vuole morire” (tratto da: LA DOMENICA DELLA NON VIOLENZA Supplemento domenicale de “La nonviolenza e’ in cammino” , Numero 25 del 12 giugno 2005.- foto: Danilo Dolci e Peppino Impastato)

Iniziarono così a Partinico (PA), il 25 marzo 1970, le trasmissioni di “Radio Libera”, il grido di denuncia di Danilo Dolci, intervallato da segnali di “Sos” in alfabeto Morse suonati dal flauto di suo figlio.
Antesignana di tutte le radio libere

Leggi tutto “SOS – SOS – SOS … aiutate questi poveri cristi”

Amo la radio perché arriva dalla gente

“Amo la radio perché arriva dalla gente
entra nelle case e ci parla direttamente
e se una radio è libera ma libera veramente
mi piace ancor di più perché libera la mente … “
( “La Radio”, di Eugenio Finardi , Lucio Fabbri)

radio1La sera del 23 novembre 1974, cercando di sintonizzarsi sulle trasmissioni locali, qualche migliaio di bolognesi restò sbalordito: al posto della voce del solito speaker del radiogiornale, o di Claudio Baglioni con la sua “E tu”, stavano ascoltando quella rovente di Leggi tutto “Amo la radio perché arriva dalla gente”